mutui-agevolati

Mutui Agevolati

autore

Postato da: admin

In : Guida ai Mutui

A tutte quelle coppie giovani che vogliono mettere le radici del proprio futuro comprando casa o a chi è interessato all’acquisto della prima casa è importante far sapere che oggi è possibile realizzare ciò che si vuole grazie al mutuo agevolato. I mutui agevolati sono mutui particolari in cui il cliente mutuatario gode di agevolazioni da parte dello Stato o di Enti Locali ( come le regioni ) cioè il cliente può avvalersi di contributi per il parziale rimborso del mutuo o per l’ottenimento di condizioni agevolate. Per accedere a tale mutuo è necessario avere dei requisiti come essere giovani coppie o mutui per l’acquisto della prima casa. Viene concesso anche a lavoratori dipendenti, lavoratori statali, lavoratori atipici o autonomi e soprattutto viene concesso ad alcune classi e categorie sociali. Le agevolazioni possono essere di due tipologie : agevolazioni in conto capitale in cui l’ente istituzionale che promuove il mutuo partecipa al pagamento di una parte di capitale; agevolazioni in conto interessi in l’ente finanziatore contribuisce al pagamento di una parte degli interessi.
Affrontiamo ogni singola agevolazione per tali mutui.
I mutui agevolati per le giovani coppie si presentano così: tassi di interesse più bassi rispetto ad un normale mutuo; finanziamenti che arrivano a coprire quasi la totalità del valore dell’immobile (quindi oltre il normale 80% del valore dell’immobile coperto); agevolazioni sulle imposte relative al mutuo; spese di istruttoria e tempistiche di erogazione ridotte. Chi usufruisce delle agevolazioni deve far sempre riferimento agli enti dello stato o della Regioni adibiti a tale occupazione i quali offrono tutte le informazioni utili. I mutui agevolati possono essere concessi anche per l’acquisto o la ricostruzione della prima casa ed è il caso più comune tra le varie concessioni. In tal caso si hanno vantaggi prettamente fiscali. Le agevolazioni fanno riferimento al fatto che il tale mutuo ci sono aliquote ridotte sulle varie imposte ed esiste la possibilità di detrarre molti costi definiti accessori.
Ovviamente per accedere a tutto ciò l’abitazione non deve rientrare nella categoria lusso e si deve trovare nel comune di residenza e inoltre, nel caso delle coppie, non si deve parlare di possesso di un’altra casa.
Le agevolazioni sono possibili pure sulla ricostruzione della casa basta presentare oltre ai classici documenti per accedere a un mutuo anche quelli relativi ai lavori di ristrutturazioni che andranno effettuate sull’immobile. Quando si fa riferimento ai mutui agevolati nell’ambito “acquisto prima casa” vanno sempre tenete a mente tre cose fondamentali che per di più sono sottoscritte al decreto legge del Ministro dei Lavori Pubblici del 2 Agosto del 1969 :
– l’immobile deve essere situato nel Comune di residenza dell’acquirente o nel Comune in cui lo stesso intende stabilirsi entro 18 mesi dalla stipula dell’atto notarile
– l’acquirente non deve essere proprietario, insieme al coniuge o in esclusiva, dei diritti di proprietà, uso, abitazione o usufrutto di altra abitazione nel territorio di pertinenza del Comune dove si trova l’immobile da acquistare
– non bisogna essere titolari, su tutto il territorio nazionale, né disponendo di quote dirette né per diritti di proprietà derivanti dalla comunione con il coniuge, di un’abitazione acquistata usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
Negli ultimi anni si sono sviluppati dei mutui agevolati per persone o coppie gay. Nel loro caso il mutuo si presenta con uno sconto sullo spread del 0,15% e coi redditi che possono essere cumulati a condizione che la casa venga intestata ad entrambi ed ovviamente la coppia deve coabitare. In parole povere questa tipologia di mutuo si presenta come un rapporto triangolare: la banca che eroga il finanziamento, il mutuatario che effettua parte del rimborso e l’ente pubblico che concede una parte del contributo. Una delle principali differenze, da tenere bene a mente, tra i mutui agevolati e quelli classici è che le imposte da versare allo Stato sono pari al 0,25% invece che del 2%. Rientri nelle categorie sopraelencate quindi possiedi i requisiti giusti e vuoi iniziare a cementare basi per il futuro allora richiedi un mutuo agevolato, la scelta migliore per te.